Aglianico del Vulture Superiore Docg 2013- Basilisco

22.00 IVA inclusa

Disponibile

Descrizione

“Basilisco”, in greco significa “piccolo Re”, il titolo corrispondente alla carica di governatore attribuito durante il dominio bizantino della “Basilicata” il cui toponimo significa a sua volta terra del Basileus, cioè del Re.

Affinato di 18 mesi in barrique di primo e secondo passaggio, l’Aglianico del Vulture Superiore Basilisco 2013 possiede aromi balsamici su sottofondo di un rigoglioso fruttato che sa di frutti di bosco, prugna, mora e ciliegia. In bocca, la struttura è articolata e tendenzialmente potente, ma il sorso è guidato da buona energia acida, che garantisce una beva succosa, avvolgente e rilassata. Elegante e persistente.

Basilisco nasce all’inizio degli anni novanta puntando da subito alla più alta qualità, sia in vigna che in cantina, e diventa in pochi anni un gioiello del panorama vitivinicolo del meridione. All’inizio del 2011 l’azienda Feudi di San Gregorio, presente nel Vulture da oltre dieci anni, decide di avviare un progetto di recupero delle antiche grotte laviche nello “Shesh”, lo storico Parco delle Cantine di Barile, rilanciando con convinzione la scommessa fatta su quest’area di eccezionale valore viticolo che culmina con l’acquisizione della vicina Basilisco. Con le sue splendide cantine nel tufo e i suoi vigneti nelle contrade più vocate della zona, Basilisco va a completare questo progetto. Nasce così uno spazio di incantevole bellezza nello storico cuore dell’Aglianico del Vulture. Volto e anima di Basilisco è Viviana Malafarina, che gestisce l’azienda e si occupa in prima persona e con grande passione delle operazioni di cantina, sotto la guida esperta di Pierpaolo Sirch, il quale è anche responsabile della gestione dei vigneti.

Informazioni aggiuntive

Cantina

Basilisco

Regione

Basilicata

Tipologia

Rossi

Denominazione

Aglianico del Vulture DOCG

Vitigni

Aglianico del Vulture

Gradazione alcolica

14,5%

Formato

Bottiglia 0,75 L

Temperatura di servizio

18 °C

Abbinamenti

Arrosti